Clod on the road – Diamante

Clod on the road – Diamante

Clod on the road – Diamante

Si dice che  per alcune cose il destino sia scritto nel nome, sarà vero anche per i luoghi? Per Diamante pare proprio che sia così! Un gioiello incastonato sulla Riviera dei Cedri, che racchiude al suo interno numerosi tesori. Noi di Clod non potevamo restare indifferenti a tale meraviglia, abbiamo quindi fatto una passeggiata alla scoperta della Città dei Murales, patria del peperoncino calabrese.

 

Sul lungomare di Diamante si percepisce un grande senso di libertà: la balconata si apre immensa sul mar Tirreno e fa respirare a pieni polmoni l’atmosfera del borgo costiero, offrendo un assaggio di questo luogo che ha tanto da far scoprire.

Il centro storico di Diamante è considerato un museo a cielo aperto: dal 1981 infatti è conosciuta come la Città dei Murales, grazie a un progetto di riqualificazione urbana  che aggiunge ogni anno opere sulle mura di tutto il centro abitato.Tra i vicoli sono raffigurate scene di vita quotidiana, poesie, personaggi e tradizioni popolari che rendono il cuore antico del borgo una tela coloratissima, che si estende anche nel resto della cittadina, grazie all’ operazione Street Art che negli ultimi anni ha come protagonisti artisti provenienti da ogni parte del mondo. Passeggiando tra un murales e l’altro ne abbiamo approfittato per fare qualche foto e per l’occasione il nostro outfit non poteva che essere super colorato: abito plisse verde fluo di Essentiel Antwerp in abbinamento ad una tracollina trapuntata fucsia sempre di Essentiel hanno illuminato la giornata che seppur non era tra le più soleggiate ci ha permesso di realizzare degli scatti sensazionali.

 

 

Dici Diamante e pensi al peperoncino, perché qui ogni anno a settembre si celebra la speciale spezia nel festival ad essa dedicato. Tutta la città diventa rosso piccante per un evento che omaggia uno dei simboli della gastronomia calabrese. 

E a proposito di cucina, potevamo noi di Clod on the road non darvi qualche dritta su dove fermarvi a mangiare quando visiterete Diamante? Certo che no, anche perché di questa splendida cittadina abbiamo apprezzato a tal punto la vasta possibilità di scelta nella ristorazione tanto che ci siamo  fermati sia a pranzo che per cena.

Perciò se vorrete assaporare una ottima cucina sia di carne che di pesce che strizza l’occhio all’innovazione con raffinata semplicità vi consigliamo il Ristorante lounge bar Pantarei, sito in via Matteotti al N15/17, qui oltre che agli ottimi piatti potrete gustare una vista mozzafiato con all’orizzonte l’isola di Cirella; perciò vi consigliamo di scegliere un tavolo all’esterno.

Assolutamente raccomandata anche L’ostaria Carducci, che come premesso dal nome trasforma le ottime materie prime del territorio in piatti dall’anima poetica. Si trova in pieno centro precisamente in via Carducci N1 e anche qui abbiamo cenato con un panorama a dir poco spettacolare: tavolo su un caratteristico balconcino e davanti un bel piatto di linguine al cedro con scampi. Ottima anche la selezione di vini.

Come vi abbiamo accennato, davanti al lungomare nuovo, si scorge l’Isola di Cirella, un isolotto di origine vulcanica, molto amato dagli appassionati di subacquea, per la presenza di posidonia argentata, una pianta tipica dei fondali del Mediterraneo, che indica un’ottima qualità delle acque. 

I panorami della Riviera dei Cedri sono spettacolari: in qualunque momento della giornata viene voglia di immortalarne i colori, sempre diversi ed emozionanti, come se fossero dipinti dalla mano di un sapiente artista.  Tra spiagge, isolotti incontaminati, mura artistiche e scorci storici, Diamante ci ha accolto, regalandoci attimi indimenticabili. 

Qualche informazione utile su come raggiungere Amantea: 

– In auto, provenendo da nord attraverso l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria fino all’uscita di Lagonegro nord; da qui imboccare la SS 585 che conduce sulla costa tirrenica e che si immette sulla SS 18 tirrenica verso sud, fino a Diamante.
Provenendo da sud o dall’aeroporto di Lamezia Terme, percorrere la A3 fino all’uscita di Falerna, quindi imboccare la SS 18 tirrenica verso nord per 90 km circa fino a Diamante. L’alternativa è la statale 504 che dall’uscita di Mormanno-Scalea conduce fino alla statale 18. Si allunga non di poco e soprattutto la strada non è propriamente agevole, ma si possono godere alcuni degli scorci più belli della valle del Lao.

– In Treno, da nord oltre alla stazione di Diamante è importante riferimento la stazione di Scalea. Da sud oltre alla stazione di Diamante è importante come riferimento la stazione di Paola. 

– In Aereo, potrete atterrare all’aeroporto Internazionale di Lamezia Terme e poi proseguire in treno o noleggiare una macchina.

 

Debora per Clod on the road

 

Scritto da: Debora Calomino www.deboracalomino.it
Ristorante lounge bar Pantarei
Ristorante L’ostaria Carducci

There are no reviews yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Brands